Fac-simile modulo di affido
SCHEDA DI AFFIDO.pdf
Documento Adobe Acrobat [29.0 KB]

Questo spazio è dedicato a coloro che spesso si occupano di trovare adozione a cani e gatti senza avere particolare esperienza e competenza. Chi presta attività di volontariato presso canili, rifugi e gattili infatti già sa dell’esistenza di un MODULO D’AFFIDO che deve essere compilato e firmato dal volontario e dal nuovo affidatario dell’animale all’atto dell’adozione. Ogni canile ne possiede uno personalizzato, ma esiste anche una versione “generica” che qualsiasi persona può utilizzare per tutelare l’animale di cui si sta occupando. Se per esempio il vostro vicino di casa sta cercando di sbarazzarsi del suo cane /gatto e decidete di trovargli voi una nuova sistemazione, non solo non dovete affidarlo al primo che capita (spesso l’urgenza nel trovargli casa ha fatto sì che l’animale venisse consegnato nelle mani di persone con pochi scrupoli)  ma dovete fare in modo che il nuovo affidatario firmi il suddetto modulo. Il modulo infatti, oltre che riportare i dati dell’animale e del nuovo affidatario, insiste su alcuni punti fondamentali chiedendo al nuovo affidatario di:

  1. impegnarsi ad effettuare tutte le profilassi preventive (vaccini, sverminazioni, filaria….) e di riportarle sul libretto sanitario;

  2.  registrare l’animale (se cane) presso l’anagrafe canina locale con l’inserimento del microchip se ne fosse ancora sprovvisto;

  3. informare l’affidante e l’anagrafe canina di ogni eventuale cambio di domicilio e/o residenza;

  4. non cedere l’animale a terzi senza il vostro consenso e contattarvi se non può più tenerlo;

  5.  comunicare senza indugio lo smarrimento/il furto/la fuga o il decesso dell’animale a voi e all’anagrafe canina;

  6. mostrarvi l’animale qualora voi lo chiediate (cioè i famosi controlli post-adozione di cui parleremo dopo);

  7. non detenere MAI il cane a catena, in serraglio o in altri luoghi non idonei;

     Come vedete le richieste tendono solo a tutelare l’animale richiedendo cose che un qualunque amante di cani e gatti dovrebbe condividere e sottoscrivere.

Potete scaricare il modulo d’affido in formato Pdf, già pronto per essere stampato e usato: ricordate che deve essere redatto in duplice copia: una va a voi e una al nuovo affidatario. IMPORTANTE: per essere valide, entrambe devono essere firmate da affidante e affidatario.

I CONTROLLI POST-ADOZIONE

 Anche le persone più affidabili a prima vista potrebbero rivelarsi poi inadeguate a tenere l’animale. Per questo i controlli post-adozione devono essere effettuati in ogni caso.

Ecco qualche regola di base:

  1.  innanzitutto se il cane o il gatto sono presenti al domicilio dichiarato sul modulo d’affido;

  2. dove vive il cane (in giardino, in casa, in un recinto, a catena, altro…). Ovviamente, se trovate un cane incatenato, meglio far valere il modulo d’affido e portarselo via!

  3. se la sistemazione è idonea (cioè: cuccia riparata e sicura, cibo e acqua a disposizione, luogo pulito e privo di vie di fuga ecc…);

  4. come si presenta l’animale (in salute, ben nutrito, sereno, a proprio agio ecc….);

  5. se il cane è stato tatuato o microchippato (ovviamente se non lo era già all’atto dell’adozione) e se è stato iscritto all’Anagrafe Canina (chiedere di mostrare il certificato);

  6. Controllare sul libretto sanitario che l’ultima vaccinazione non sia più vecchia di un anno;

  7. Fare alcune domande al proprietario: se ci sono problemi con i vicini, se il cane resta solo durante la giornata e per quanto tempo, come risolvono il problema vacanze, se ha avuto problemi di salute….

A questo punto, dopo aver preso in considerazione tutte queste cose, dovrete valutare.